Scadenze auto: bollo, assicurazione, patente e multe rinviate

Vi avevamo già raccontato dell’importante novità circa il rinvio dei termini per la revisione dell’auto 2020 come manovra per dare respiro agli automobilisti nel forte clima di incertezza che stiamo vivendo a causa della pandemia di Covid-19.
Il 24 marzo un’ampia Circolare del Ministero dell’Interno ha fatto ancor più chiaramente luce sulle numerose misure del Decreto Legge Cura Italia (Dl 18/2020) in merito alla circolazione.

Assicurazione e bollo auto, sanzioni e documenti di guida, questi i principali temi interessati dallo spostamento di alcune scadenze auto, qui presentiamo un piccolo vademecum per rimanere aggiornati.

Assicurazione e bollo rinvii coronavirus

Scadenze auto: il bollo

Sebbene il decreto Cura Italia non preveda nessuna sospensione del pagamento della tassa automobilistica, la decisione finale spetta alle singole regioni.  Alcune hanno, infatti, stabilito di prorogare la data di scadenza del bollo auto. Al momento Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana e Campania hanno annunciato che i bolli auto con scadenza dall'8 marzo al 31 maggio 2020 potranno essere pagati fino al 30 giugno senza costi ulteriori e interessi. Nella regione Marche, invece, gli automobilisti avranno tempo fino al 31 luglio per saldare i bolli in scadenza dall'8 marzo al 30 giugno. Il consiglio dei Professionisti First Stop è quello di rimanere sempre aggiornati consultando il sito della propria regione per verificare novità in tal senso.

Assicurazione auto

Dal Decreto Cura Italia non è emersa alcuna proroga per il rinnovo dell’assicurazione auto, tuttavia se di solito le assicurazioni segnalano l’avvicinarsi della data di scadenza della propria polizza con almeno 30 giorni di anticipo e mantengono la copertura con una soglia di tolleranza fino a 15 giorni dopo la scadenza, ora i giorni di copertura successiva alla scadenza salgono a 30, 15 in più rispetto alla norma, per le polizze RC in scadenza fino al 31 luglio 2020.

sanzioni posticipato pagamento per coronavirus

Patenti di guida e documenti di circolazione

Diverse sono state le proroghe stabilite anche riguardo i diversi documenti di circolazione, primo fra tutti la patente di guida. 
Le patenti di guida in scadenza o scadute dopo il 17 marzo vengono prorogate sino al 31 agosto 2020
Per chi fosse in possesso del documento provvisorio di circolazione, invece, la scadenza del foglio rosa compresa tra l’1 febbraio e il 30 aprile viene prorogata sino al 30 giugno 2020. 

A causa della chiusura delle motorizzazioni civili, gli esami teorici di guida potranno effettuarsi oltre il consueto termine di 6 mesi dalla presentazione della domanda, senza necessità di presentare un’ulteriore richiesta, entro il 30 giugno 2020.

Le carte di qualificazione del conducente (CQC) e i certificati di formazione professionale per il trasporto di merci pericolose con scadenza compresa tra il 23 febbraio 2020 e il 29 giugno 2020 sono prolungati di validità fino al 30 giugno 2020.
 

Sanzioni: multe sospese

Arriviamo, infine a trattare il tema delle contravvenzioni: le multe stradali ricevute durante l’emergenza coronavirus potranno essere pagate con una riduzione del 30% anche entro 30 giorni dalla ricezione della notifica, contro i cinque giorni consueti. Inoltre, dal 10 marzo al 3 aprile sono sospese tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento dei verbali e di 30 giorni per la presentazione del ricorso al Giudice di pace.