COME LEGGERE UN PNEUMATICO

Come leggere un pneumatico

Ogni pneumatico che equipaggia un veicolo è  caratterizzato da una determinata dimensione, da un codice di velocità ed un indice di carico che devono corrispondere a quanto riportato sulla carta di circolazione del veicolo stesso. Come leggere quindi questi parametri?

Nella descrizione del pneumatico troverai:

  1. larghezza della sezione in millimetri, da fianco a fianco
  2. rapporto d’aspetto o serie tecnica: questo numero indica, in percentuale, il rapporto tra l’altezza del fianco e la larghezza del battistrada
  3. è possibile trovare lettere o simboli:
    • la lettera R, identifica un pneumatico con costruzione di tipo radiale
    • un trattino, indica un pneumatico con costruzione di tipo convenzionale
    • la sigla RF, indica un pneumatico RunFlat – SST (Self Supporting Tire)
  4. diametro di calettamento del cerchio espresso in pollici
  5. indice di carico: indica il carico massimo il pneumatico può supportare
  6. codice di velocità: indica la velocità massima alla quale può viaggiare il pneumatico con il massimo carico ammissibile.

Come leggere un pneumatico

È obbligatorio equipaggiare sempre il tuo veicolo con pneumatici corrispondenti a quanto riportato sulla carta di circolazione del veicolo.

Puoi equipaggiare la tua vettura con un pneumatico avente un indice di carico uguale o superiore a quanto riportato sulla carta di circolazione, ma mai inferiore.

Anche il codice di velocità deve essere uguale o superiore a quanto riportato sulla carta di circolazione. L’unica eccezione è rappresentata dagli pneumatici invernali riportanti entrambe le marchiature M+S (7) e 3PMSF il cui codice di velocità può essere declassato fino ad un massimo di Q (160km/h) soltanto durante il periodo dal 15 Novembre al 15 Aprile, finestra temporale indicata dal codice della strada come periodo invernale.

Quindi, se durante il periodo invernale si equipaggia il veicolo con pneumatici M+S e 3PMSF con codice di velocità declassato, terminato il periodo invernale è necessario ripristinare il veicolo con pneumatici rispondenti alle omologazioni presenti nella carta di circolazione.

Oltre alle marcature che abbiamo appena descritto, il pneumatico deve riportare le omologazioni europee previste per legge identificabili dalla lettera “E” o “e” seguita da un numero (8).