Tutte le novità riguardo al contratto di base dell’assicurazione auto

Anche quest’anno, come lo scorso 2020, porta con sé dei cambiamenti importanti in ambito di RC auto. Dal 2021 entra in vigore un’importante novità: tutte le compagnie assicurative dovranno aderire al contratto di base, dunque offrire ai clienti un pacchetto assicurativo standard seguendo le linee guida ufficiali. Questo semplificherà la scelta, abbasserà i costi e tutelerà i conducenti che si vedranno garantite alcune coperture essenziali. Andiamo a vedere nel dettaglio questa importante svolta delle nostre RC auto.

Novità RC Auto 2021

 

Non è facile scegliere l’assicurazione che fa per noi tra prezzi e servizi differenziati. Fino ad oggi le compagnie al momento del preventivo hanno avuto totale libertà. In alcuni casi, pur di soddisfare le esigenze di risparmio dei clienti, le compagnie assicurative potevano proporre RC auto con garanzie molto ridotte senza dover rispettare alcuno standard di sicurezza. La completa autonomia delle agenzie assicurative ha fino ad oggi potuto intaccare la sicurezza dei clienti economicamente più svantaggiati. Tuttavia dall’1° gennaio 2021 troviamo una grande novità riguardante le RC auto: la garanzia di un contratto base.

RC Auto: il dibattito dal 2012 a oggi

 

La discussione riguardo alla possibilità di inserire delle linee guida imprescindibili per le RC auto è attiva dal 2012, grazie al decreto 179. In tale sede si cercava di definire le caratteristiche e i costi di un contratto di base che fungesse da standard o da punto di partenza per tutte le compagnie assicurative. Tuttavia dal 2012 al 2020 ancora non erano stati definiti i dettagli di questi parametri. Solo il 17 giugno 2020 il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato il decreto ministeriale 54 che mette una parola definitiva sul contratto di base delle RC auto.

Novità RC Auto: i contenuti

 

Dall’1° gennaio 2021 entra in vigore il contratto base, che impone delle garanzie minime ai clienti delle compagnie assicurative. Esso sarà identico per tutte le compagnie e comprenderà i seguenti aspetti:

  • oggetto del contratto;
  • eventuale rivalsa;
  • ipotesi di esclusioni della copertura assicurativa;
  • eventuale limite della copertura di base al territorio di circolazione;
  • effetti su ipotesi di dichiarazioni false del cliente;
  • obbligo di comunicazione dell’aggravamento del rischio assicurativo;
  • condizioni del Bonus Malus;
  • scelta libera, in caso di sinistro, del carrozziere o dell’officina a cui rivolgersi.

 

Rimangono esclusi dal contratto di base:

  • clausole dedicate alle modalità di liquidazione del danno; 
  • specifiche relative ai risarcimenti particolari;
  • condizioni aggiuntive come furto e incendio, Kasko, infortunio del conducente, ecc.

Vantaggi delle novità RC Auto 2021

 

Se fino al 2020 valutare e scegliere tra le varie offerte assicurative era estremamente complicato, dal 2021 i clienti avranno chiaro e semplice il valore dell’offerta di base, che costituirà un punto di riferimento per valutare tutte le offerte che si discostano da esso. I clienti saranno più tutelati dalla propria assicurazione, le compagnie dovranno offrire contratti che coprono la responsabilità civile e dovranno offrire prodotti adeguati a uno standard specifico. I clienti avranno la certezza della copertura, cioè che in caso di danni a terzi senza dolo le spese saranno coperte dalla compagnia assicurativa. Inoltre, la polizza base abbatterà i costi di partenza delle RC auto e favorirà una più chiara e limpida concorrenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Ecco come funziona l’assicurazione auto temporanea

 

 

 

 

Hai bisogno di altre informazioni o consigli?

 

Contatta subito il Centro First Stop più vicino a te!