Soccorso stradale: cosa fare, numeri e costi

Può capitare a tutti di aver bisogno del soccorso stradale o autostradale, anche e soprattutto in vacanza. E con l’estate 2020 all’insegna della riscoperta del territorio italiano, date le limitazioni ai viaggi verso Paesi esteri, saranno certamente in molti coloro che decideranno di avventurarsi in un lungo spostamento in auto. Per una vacanza in sicurezza e una partenza priva di stress, è utile prepararsi a qualsiasi evenienza: è infatti importante prendere nota dei numeri e dei servizi che potrebbero tornarci utili in caso di necessità, come un guasto tecnico o un piccolo incidente. 

incidente soccorso stradale

Guasto o incidente?

È sempre spiacevole essere coinvolti in situazioni improvvise e imprevedibili, tali da compromettere la classica serenità vacanziera. Si tratti di un semplice guasto tecnico, oppure di un incidente, questi eventi potrebbero modificare profondamente i propri piani di viaggio. Nel gestire certe situazioni poco fortunate, è però sempre necessario mantenere la calma, sia per garantire la propria sicurezza e quella degli altri viaggiatori, che per facilitare un soccorso stradale rapido e risolutivo.

Come facile intuire, per giungere a una rapida soluzione dell’imprevisto è necessario comportarsi in modo adeguato alla gravità della situazione. Capita spesso che i guidatori, presi da un più che comprensibile panico, allertino servizi d’emergenza non idonei rispetto alla problematica riscontrata, rallentando di conseguenza l’intervento e sottraendo risorse preziose ad altri automobilisti, che potrebbero trovarsi in condizioni ben più gravi. Per questa ragione, è utile sapere che:

  • in caso di incidente è necessario allertare le forze dell’ordine e i servizi di emergenza medica, come il Numero di Emergenza Unico (112), i Vigili del Fuoco (115) e il Pronto Soccorso (118);
  • in caso di guasto si dovranno invece contattare i servizi di intervento stradale o autostradale forniti da associazioni come l’ACI o inclusi nella propria polizza assicurativa.

soccorso autostradale aci

Così come più volte riferito dalle stesse autorità in numerose campagne di sensibilizzazione nel corso degli ultimi anni, le forze dell’ordine non devono essere mai contattate per semplici malfunzionamenti della propria vettura, se non in remote eccezioni. È il caso, ad esempio, di un’auto in panne al centro della carreggiata, quindi pericolosa per se stessi e per gli altri automobilisti.

In tutte le altre evenienze, è sufficiente accostare sul ciglio della strada - o nelle apposite piazzole autostradali - e attendere l’intervento richiesto. Naturalmente, è necessario predisporre l’apposito triangolo segnaletico per allertare gli altri automobilisti della presenza di una vettura ferma e indossare il giubbotto catarifrangente.

Guasti: il soccorso ACI

Parcheggiata la propria vettura nelle apposite aree di sosta oppure sul ciglio della strada, e verificata la presenza di un problema tecnico irrisolvibile, giunge il momento di ricorrere a un servizio di soccorso stradale e autostradale. Il più famoso in Italia è certamente quello fornito dall’ACI, l’Automobile Club d’Italia.

Il servizio è disponibile 365 giorni all’anno 24 ore su 24, chiamando il numero verde 803.116 oppure l’800.116.800, utilizzando l’apposita applicazione per smartphone o facendone richiesta tramite le colonnine SOS autostradali abilitate alla fonia.

soccorso in strada

Il soccorso stradale e autostradale fornisce diversi livelli di assistenza, compreso l’inoltro sul posto di un carro attrezzi, che provvederà alla rimozione della vettura e al suo trasporto in un centro di raccolta convenzionato. Le tariffe variano fra automobilisti comuni e soci ACI:

  • soci ACI: il servizio è compreso nel pacchetto delle assistenze gratuite;
  • altri automobilisti: 115.40 euro per il soccorso diurno e 138.40 per quello notturno o festivo, per mezzi fino a 2.500 chilogrammi di peso.

Possono essere inclusi altri costi, a seconda della gravità del guasto riportato, nonché per il recupero del veicolo dall’autorimessa.

Altri soccorsi per guasti

È inoltre possibile approfittare di altri servizi di soccorso stradale o autostradale in caso di guasto, oltre a quelli forniti dall’ACI. Molte compagnie assicurative, ad esempio, prevedono un pacchetto recupero e carro attrezzi all’interno di alcune loro polizze. Elencare tutte le alternative potrebbe essere complicato, poiché si tratta di un mercato particolarmente ricco, di conseguenza consigliamo di prendere nota dell’offerta di proprio gradimento prima della partenza.

Soccorso ACI

Tra le proposte più conosciute, si citano:

  • Telepass: per gli abbonati Telepass Premium è disponibile un servizio di soccorso stradale e autostradale 24 ore su 24, per veicoli fino a 35 quintali di peso. Sono incluse comodità aggiuntive, come ad esempio l’accesso a un’auto sostitutiva per proseguire il viaggio;
  • Europ Assistance: offre un servizio di soccorso 24 ore su 24, anche autostradale, riservato sia agli automobilisti comuni che ai possessori di una polizza del gruppo. La richiesta può essere inoltrata al numero 803.803 o tramite l’apposita applicazione per smartphone;
  • AXA, ESA e IMA: coprono porzioni locali del territorio italiano e rispondono rispettivamente ai numeri 800.111.911, 800.584.811 e 800.613.613.

Per i possessori di una polizza assicurativa completa di soccorso stradale, sarà sufficiente contattare telefonicamente la compagnia, che provvederà a inoltrare sul posto degli operatori privati per il recupero della vettura.
 

Potrebbe interessarti anche

La constatazione amichevole