Con il mobility as a service (MaaS) si risparmia denaro e CO2

Mobility as a Service, ovvero il mondo di opportunità per rendere più efficiente la gestione della flotta auto. Il MaaS, soluzione introdotta qualche tempo fa per le grandi aziende, oggi è una possibilità per tutti e ne possono godere anche realtà di piccole e medie dimensioni. Realtà che possono così trarre vantaggi in termini di gestione, di risparmio e anche di minore impatto sull'ambiente. Una serie di soluzioni moderne che tutti dovrebbero prendere in considerazione, cosa che cominceremo a fare proprio con questo nostro approfondimento.

 

Il progetto è lineare: sfruttare le applicazioni e i dati per avere servizi di mobilità anche privati, per pianificare flotta e viaggi in modo più intelligente, puntando sul risparmio per l'azienda così come sulla maggiore sostenibilità a 360°, un impegno anche di carattere etico che dovrà vedere tutto il settore finanziario ed economico andare verso la stessa direzione.

Che cos'è il Mobility as a Service?

 

La formula SaaS, ovvero Software as a Service, richiama l'utilizzo del software in licenza che oggi è diventato la normalità all'interno delle realtà aziendali e che ha contribuito a rendere già quell'aspetto molto più efficiente, con soluzioni custom e tailored che hanno permesso di spacchettare quanto un tempo era un monolite impossibile da adattare alle proprie necessità. Lo stesso si vorrebbe fare con il mondo della mobilità, facendo ricorso alle ultime novità tecnologiche. Novità tecnologiche che però sono molto meno di frontiera di quanto si potrebbe pensare. Il funzionamento di queste piattaforme, infatti, è molto simile ai tanti servizi che si utilizzano anche in altri contesti.

 

Obiettivo è di offrire agli utenti, sia che si tratti di trasporto persone, sia che si tratti di trasporto merci, delle soluzioni più efficienti, ritagliate sulle esigenze aziendali, abbattendo così i costi e le difficoltà organizzative. Soluzioni che sono oggi sempre più comuni e che possono essere sfruttate anche da realtà aziendali di ridotte dimensioni.

Come funziona nello specifico?

 

Ci sono diversi livelli di MaaS che sono oggi diventati comuni. Partiamo dall'assunto che il MaaS è venduto, proprio come l'equivalente nel settore del software, come servizio in abbonamento, in genere mensile, con un accesso a strumenti che aggregano l'offerta di trasporto in modo rapido ed efficiente. Il tutto coniugato lungo tre diversi livelli di possibile interazione:

 

  • livello base: per quanto riguarda questo livello ci sono piattaforme che permettono, in modo semplice ed immediato, di consultare le informazioni più rilevanti per l'organizzazione degli spostamenti. Sono visibili prezzi, itinerari, disponibilità, anche se manca (cosa che invece c’è negli altri livelli) l'infrastruttura per pagare e per prenotare. 
  • livello intermedio: si tratta di un avanzamento importante rispetto al livello visto in precedenza. In questo caso, infatti, c’è a disposizione anche un sistema di pagamento e di prenotazione. La grossa differenza con i livelli base è tutta qui. Per il prossimo livello invece, come vedremo, le cose si fanno ancora più interessanti.
  • livello avanzato: è il futuro della MaaS, perché su questo livello ci sono piattaforme in grado di operare effettivamente come Mobility as a Service, in quanto offrono abbonamenti mensili che permettono di utilizzare tutti gli strumenti di mobilità inclusi, alleggerendo così anche il carico organizzativo per l'utente, che si tratti di privato o di azienda, che deve gestire gli spostamenti dei dipendenti o collaboratori. Sono diversi i servizi che stanno nascendo su questo livello, anche se l'Italia è ancora leggermente indietro.

Una soluzione smart ed ecologica anche per le imprese

 

La MaaS è a tutti gli effetti una soluzione smart per le imprese, in particolare quando queste si trovano a gestire magari flotte importanti che potrebbero essere integrate direttamente con servizi aggiuntivi di trasporto pubblico e privato. Il primo aspetto che le aziende dovrebbero dunque considerare è sicuramente questo, dato che si possono ottenere vantaggi importanti in termini di tempo e denaro.

 

Non va poi assolutamente dimenticato quanto viene offerto anche in termini di sostenibilità: questo tipo di integrazioni ottimizzano l'impatto ambientale degli spostamenti aziendali, rendendo più green la nostra impresa e aiutandola a raggiungere i target ambientali che si era prefissata. Non a caso questi sistemi stanno già avendo una fortuna importante in Nord Europa, dove tali sensibilità sono più sviluppate.

 

 

Hai bisogno di altre informazioni o consigli?

 

Contatta subito il Centro First Stop più vicino a te!