EMANUELE E L'AUTO PROFETA

CONTRASTARE LA LEGGE DI MURPHY

auto profeta

Qualcuno dice che sono un nerd delle auto, ma io non mi definirei proprio così. Sono più un appassionato, e un utente esperto e affidabile. Ok, sono anche super informato sulle novità automobilistiche, le innovazioni e diciamo che quando vado dal meccanico entrambi proviamo un certo compiacimento nel parlare in quello che per tanti è un gergo abbastanza incomprensibile, fatto di sigle e termini ultra specifici. E come ovvio tengo tantissimo alla mia macchina: Lei è la mia estensione tecnologica, che mi permette di arrivare dove con le mie facoltà fisiche non potrei mai, che mi completa.

auto profeta

Per ricambiare cerco sempre di tenerla in perfetto stato di manutenzione perché so che così non correremo rischi inutili, lei avrà vita più lunga e io meno imprevisti, che detesto: una sola volta mi sono dimenticato di controllare la pressione dei pneumatici prima di un viaggio un po’ lungo ed ecco la Legge di Murphy, implacabile, si avvera: pioggia, frenata brusca, perdita di aderenza, crash. Per fortuna nessuno si è fatto male, ma Lei si è un po’ ammaccata e graffiata. Normalmente comunque, se vedo un segnetto sulla carrozzeria le dedico un po’ di tempo e cerco di eliminarlo con il polish: è una cosa che mi rilassa prendermi cura dell’auto. Voglio anche che sia sempre ordinata e pulita all’interno. Il più possibile. Anche questo fa parte del fattore estetico, no?

auto profeta

E poi non mi piace l’idea che qualcuno possa salire nella mia auto e sentirsi a disagio perché è sporca o piena di cose sparpagliate sul sedile posteriore… Non riesco neanche ad immaginare un’auto di lusso, una sportiva blu elettrico magari… ma opaca e piena di polvere nell’abitacolo: davvero un pessimo, pessimo abbinamento. Ma prima di occuparmi di un gioiellino del genere, purtroppo, temo ci vorrà ancora del tempo. Al momento mi accontento di collezionare modellini e fare un giretto di prova su una di queste fuoriserie quando si possono fare i drive test, oppure di finire di consumare le gomme da cambiare portando la mia “belva” a correre in pista… ovviamente solo dopo aver avuto l’ok dal mio meccanico.