Aiuta l'ambiente con la manutenzione dell'auto

Da anni l’inquinamento automobilistico rappresenta un fenomeno da combattere: ecco perché, attraverso l’attuazione di norme, si è cercato di sensibilizzare gli acquirenti sulla scelta di autoveicoli che appartengono a una classe di inquinamento ottimale per la riduzione delle emissioni di CO2. Tuttavia, oltre alla scelta dell’auto si possono attuare ulteriori accorgimenti determinanti per la salvaguardia dell’ambiente come la manutenzione dei pneumatici.

immagine inquinamento automobilistico

Inquinamento automobilistico

L’inquinamento automobilistico rappresenta un fattore altamente impattante sulla generale situazione ambientale. A riprova di ciò possiamo citare le diverse normative antinquinamento auto emanate negli ultimi trent’anni e che, di volta in volta, hanno imposto vincoli sulle emissioni di CO2 sempre più restrittivi. D’altro canto, possiamo invece citare tutte le normative volte a favorire la diffusione di auto con tecnologie ecologiche, come EcoBonus specifici per le ibride e i veicoli elettrici, i vari incentivi sull’acquisto di una nuova auto, sia regionali e sia statali, ecc.

Classe inquinamento auto

La normativa antinquinamento auto ha suddiviso i vari veicoli in base all’anno di immatricolazione e, quindi, in base alla tecnologia preposta all’emissione di gas di scarico. Questa classificazione è importante perché quando nelle città aumentano a dismisura i livelli di smog, scattano blocchi alla percorrenza per le auto più inquinanti. Anche la normativa fiscale può variare e penalizzare i veicoli più inquinanti. 

revisione riduce inquinamento automobilistico

Classificazione veicoli EURO

Ma quali sono le classi di inquinamento auto? Come vengono classificati i veicoli? È semplice, c’è una scala denominata EURO che va da 0 a 6

  • EURO 0: auto immatricolate fino al 1992, quando non erano ancora obbligatorie le marmitte catalitiche.
  • EURO 1: auto immatricolate dal 1993 al 1996, cioè dopo la direttiva europea che ha reso obbligatorie le marmitte catalitiche.
  • EURO 2: auto immatricolate dal 1997 al 2000, anno di una direttiva europea ancor più restrittiva.
  • EURO 3: auto immatricolate dal 2001 al 2005, i limiti di emissione di CO2 vengono ulteriormente ridotti.
  • EURO 4: auto immatricolate dal 2006 al 2010, anno di una direttiva europea ancor più limitante.
  • EURO 5: auto immatricolate dal 2011 al 2014, cioè relativa a veicoli con tecnologia recente e poco inquinanti.
  • EURO 6: auto immatricolate dopo il 2015, sono tutte vetture ibride o elettriche o con tecnologia evoluta con valvole EGR e SCR, a bassissime emissioni di CO2.

Come ci si può aspettare, le classi EURO evolveranno in base alle direttive europee via via emanate e, come abbiamo visto, puntano a una bilancia a zero emissioni di sostanze inquinanti.

traffico inquinamento automobilistico

Inquinamento automobilistico: cause

La negligenza o atteggiamenti spesso superficiali sono la causa principale dell’inquinamento automobilistico. Ad esempio, la cattiva abitudine di sostare con il motore acceso anche per lunghe soste è piuttosto comune. Può sembrare banale ma non ottimizzare i consumi di carburante causa sprechi in termini di risparmio e grava sull’ambiente, cioè sulla nostra salute.

Usura pneumatici

Un altro capitolo importante è dato dallo stato di salute dei pneumatici. Innanzitutto, è importante monitorare costantemente la pressione delle gomme. Un attrito maggiore fra il battistrada e l’asfalto aumenta i consumi di carburante del 7,5% e causa una maggiore usura dei pneumatici stessi.

traffico urbano inquinamento automobilistico

Ridurre consumo carburante con la revisione dei pneumatici

Come si può notare avere un’auto altamente performante è sinonimo di:

  • maggiore sicurezza alla guida, 
  • ridotto consumo di carburante,
  • minore inquinamento ambientale.

Vediamo allora quali strategie adottare.    

Convergenza pneumatici

Tutti sanno che un assetto di convergenza delle ruote in linea con l’asse del veicolo garantisce una guida sicura. Pochi considerano però che una convergenza in squilibrio, oltre a essere causa di possibili sinistri, aumenta i consumi. Questo accade perché un assetto disarmonico costringe l’automobilista a continui riallineamenti del veicolo e l’andamento a zig-zag che ne deriva aumenta a lungo andare i chilometri di percorrenza.

traffico inquinamento automobilistico

Equilibratura gomme auto: cos’è?

L’equilibratura delle gomme consiste in un bilanciamento ottimale di tutto il complesso delle ruote. Quando un’auto ha un’ equilibratura scorretta causa:

  • fastidiose vibrazioni alla guida, 
  • usura non uniforme delle gomme, 
  • scarsa sicurezza alla guida.

Ecco perché è importante eseguire l’equilibratura del sistema ruote a ogni cambio gomme, per ottimizzare i consumi di carburante, rispettando l’ambiente, e guidare in modo sicuro e confortevole.

TPMS auto: cos’è e come funziona

Il sistema TPMS - Tyre Pressure Monitoring Systems è un dispositivo elettronico che ha il compito di monitorare costantemente la pressione ottimale dei pneumatici e di avvisare il guidatore quando la pressione scende al di sotto dei valori ottimali. Tutti i modelli auto di ultima generazione montano di default il sistema TPMS integrato. Per i modelli auto più vecchi invece è necessario installare un dispositivo di monitoraggio sulle quattro ruote e un frontalino all’interno dell’abitacolo.

Questa accortezza permetterà di non logorare anzitempo i pneumatici e, al contempo, ottimizzerà i consumi di benzina.  

Consulenza pneumatici

Il mondo dei pneumatici è molto vasto e le innovazioni tecnologiche degli ultimi anni stanno modificando progressivamente il panorama di riferimento. Accedere a informazioni sempre aggiornate non sempre è possibile per il guidatore comune. Ecco perché è importante affidarsi ai professionisti del settore. 

Ad esempio, pochi sanno che i pneumatici sono classificati come gli elettrodomestici in classi di efficienza energetica che vanno dalla A alla G. Un pneumatico di classe A è poco inquinante e molto durevole nel tempo, al contrario di uno di classe G.